lunedì 19 novembre 2018

Recensione | "Ombre scure - L'inganno del cuore" di Marzia Di Sessa


Buongiorno lettori, oggi vi parlo di un libro che ho letto nei primi del mese e di cui vi ho parlato nel secondo appuntamento di Currently reading, QUI. Ringrazio la casa editrice, Giraldi editore, per la copia digitale del libro. 

Ombre scure - L'inganno del cuore | Marzia Di Sessa
118 pag. | Giraldi editore
07 novembre 2018 | Link d'acquisto
11 € (cartaceo) | Booktrailer

Kayla è una giovane ragazza, costretta a rimettere insieme i cocci del suo cuore, dopo la rottura con il fidanzato storico, il solo avuto fino ad ora. I genitori preoccupati decidono di spedire la ragazza dalla nonna materna sperando che si riprenda. Kayla si trova così costretta a vivere in un paesino che conta appena 1000 abitanti e che nasconde grandi segreti dei quali lei è completamente ignara ma dei quali lei fa parte. L'incontro con Elijah, ragazzo carismatico ma scontroso, farà conoscere alla ragazza la verità dei fatti: Kayla è stata condannata dalla sua stessa nonna a un'esistenza dedicata al mondo dell'occulto. Un grande peso graverà sulle sue spalle e in lei verranno riposte grandi aspettative, ma Kayla è anche determinata a finire gli studi e condurre una vita che sia il più normale possibile. La nonna, però, ha già legato la vita della nipote a un demone e a un angelo bianco.

RECENSIONE

Ho avuto la possibilità di leggere il breve romanzo di Marzia Di Sessa in anteprima, tuttavia riesco a recensirlo solo oggi, a distanza di giorni, forse anche perchè mi ha lasciato qualche dubbio, qualche perplessità e ho temporeggiato con lo scrivere questo post. Resta il fatto che Ombre scure è un libro davvero breve, molto veloce, che si legge in pochissime ore. Lo stile dell'autrice è scorrevole, quindi sicuramente un aspetto favorevole perchè non porta il lettore a leggere il romanzo con noia e quel senso di pesantezza che potrebbe portare all'interruzione e abbandono della lettura.

Il romanzo parla di Kayla, una ragazza che si è diplomata con ottimi voti e che dopo la delusione d'amore si ritrova a vivere per tre mesi in un piccolo paese con la nonna. Un inizio abbastanza "classico" e che non risulta nuovo e originale. 
In questo paese la protagonista si ritrova a dover svolgere le commissioni della nonna per quasi metà libro, come ad esempio andare dal panettiere, in profumeria... e in questi negozi conoscerà due ragazzi molti diversi, Elijah e Zachary, il primo scontroso e con una macchia sul viso e l'altro più dolce e rassicurante. 

Dunque... Ombre scure non mi ha presa come avrei sperato. Oltre ad essere ricchissimo di clichè ha una trama e delle incoerenze sulle quali non si può sorvolare. La storia è abbastanza banale, tra le incongruenze c'è il fatto che il giorno primo Elijah dice a Kayla di non volerla vedere più e quindi le dà la scorta della crema per la nonna che basta per i prossimi mesi, il giorno dopo, invece, quando la protagonista decide di farsi una bella camminata verso la libreria più vicina (circa due ore a piedi, comunque) lui si offre di darle un passaggio, di farle vivere una bella giornata al mare e di offrirle una cena che successivamente porterà i due a consumare. Non ho sentito tutta questa carica erotica, tutta questa passione tra i due. 
Al lettore non è data la possibilità di emozionarsi nella conoscenza dei personaggi, manca proprio quel qualcosa che porta il lettore ad affezionarsi piano piano ai protagonisti: tutto scorre troppo velocemente, manca di emozionalità. 

Il punto è questo: il romanzo, per quanto non originalissimo, potrebbe avere anche qualche possibilità, ma non si può avere fretta di scrivere e di arrivare subito ad un dunque. Non dico che dovesse essere di cinquecento pagine, sia chiaro, o di perdersi in chissà quali descrizioni inutili. Tuttavia non sono riuscita proprio a digerire i capitoli in cui la routine è sempre la stessa, di andare a fare commissioni, e la velocità con cui la protagonista si relaziona con Elijah e Zachary... onestamente a me non ha fatto una bella impressione la facilità con cui lei sia andata a consumare con il primo e poi con il secondo... e non mi piace nemmeno il fatto che dovrà fare la medesima cosa con un terzo personaggio nel secondo libro (così pare dall'epilogo del primo). Credo che la carica emozionale ed erotica poteva esserci con Elija e Zachary, in tempi meno veloci e in cui il lettore potesse avere la possibilità di preferire l'uno o l'altro. I personaggi sono un po' piatti, non li trovo così ben sviluppati da farmi dire "Oh mio Dio, adoro Tizio!". 
Credo che ci fossero davvero tanti modi per far ottenere alla protagonista tutti i "semi" che la completano e non di certo attraverso un rapporto sessuale non emozionale o senza una ragione davvero buona. Quindi su questo non ci siamo! 

A me dispiace bocciare così questo libro. Poteva avere tutti i buoni presupposti che lo avrebbero reso davvero piacevole, intrigante, passionale, nonostante qualche clichè che poteva non essere considerato così significativo all'opinione finale. Tuttavia, per quanto la curiosità di leggere il secondo e terzo libro della serie ci sia, non mi sento di dare più di due fiorellini alla storia. Penso andrebbe rivista, a tratti riscritta e/o migliorata, e alcuni aspetti della trama in sè - come quelli che ho citato poco prima e che mi hanno fatta storcere molto il naso - probabilmente cambiati, per rendere meno "facilotta" Kayla, con più spessore i personaggi e più interessante l'intreccio.

Una nota negativa anche sulla copertina, anche se non del tutto: l'immagine potrebbe anche starci, magari avrei utilizzato un font diverso per titolo e autore; inoltre il sottotitolo lo avrei messo sotto al titolo, magari con dimensione più piccola rispetto al titolo stesso, e il logo della casa editrice al centro o a destra, in basso.

0 commenti:

Posta un commento