giovedì 25 ottobre 2018

Recensione | "Vision" di Alessia Coppola [Review party]


Buongiorno lettori, oggi vi parlo del nuovo romanzo di Alessia Coppola, Vision, primo di una trilogia che gli amanti del distopico non devono farsi scappare! Assieme ad altri blog vi parlo della mia opinione attraverso una recensione in anteprima che spero possa incuriosirvi (grazie alla casa editrice per la copia digitale). Di seguito la scheda del libro.

Vision | Alessia Coppola
384 pag. | La Corte editore
Illustrazione di copertina: Paolo Barbieri Art
25 ottobre 2018 | Link d'acquisto
17.90 € (cartaceo) | 6.99 € (ebook)

2486
Reika vive in un mondo perfetto, in cui gli abitanti sono il risultato di un'attenta selezione genetica.
Le razze sono suddivise in ghetti e a nessuno è permesso di oltrepassare i confini di Meridian City.
Ma accadrà qualcosa che risveglierà in lei un potere sconosciuto.
Arrestata e isolata, fuggirà e scoprirà un mondo diverso, perennemente in bilico tra la vita e la morte.
Sotto l'assedio di una terribile minaccia, Reika verrà a conoscenza del grande inganno che ha tenuto sotto scacco la sua società perfetta e sarà pronta a fronteggiare ogni pericolo, con l'aiuto di Ares e degli altri Sopravvissuti.
Conoscerà il dolore, la rabbia, ma anche l'amore e la verità. Sacrificherà se stessa, perché lei è la chiave per salvare i due mondi. Perché lei possiede l'occhio che tutto vede.

L'autrice. Alessia Coppola è un’autrice, blogger e illustratrice pugliese.
Artista poliedrica, nel 2014 ha aperto il blog letterario “Anima d’Inchiostro” e nel 2016 l’omonimo canale YouTube. Ha già all’attivo tantissimi romanzi pubblicati, tra cui Il Filo Rosso edito da HarperCollins Italia. Nel 2017 ha firmato un contratto con Newton Compton. Vision è il secondo romanzo con La Corte Editore.

RECENSIONE

«E se non fosse come pensiamo? Se non potessimo mai essere liberi?»
Lui sospira, rassegnato. «Avremmo comunque lottato. Non ci sono eroi tra i codardi, ragazzo.»
Che io debba recuperare la lettura di alcuni romanzi di Alessia Coppola è appurato, ma pian piano leggo tutto. Di certo, però, non potevo farmi sfuggire l'opportunità di leggere Vision in anteprima e così eccomi qui a parlarvene.
Quando nel 2014 ho aperto il mio primo blog, Books... what else?, ho avuto la fortuna di conoscere questa autrice. In quel periodo non aveva ancora pubblicato nè con HarperCollins nè con la Newton Compton editori, ma era così determinata nel raggiungere questo obiettivo che alla fine ce l'ha fatta. E se l'è meritato tutto questo fantastico traguardo, perchè fidatevi di me: Alessia è una garanzia.

Oggi esce Vision, il suo nuovo romanzo distopico, primo di una trilogia. Il lettore viene catapultato in un mondo perfetto, in cui la popolazione è stata selezionata in modo genetico. Ma ogni mondo perfetto che si rispetti nasconde delle imperfezioni ed è qui che Reika, la protagonista, inizia la sua avventura: quando vede un Estraneo nel suo mondo e questo la porta ed essere reclusa, perchè considerata "pericolosa". Dietro a tutto ciò, ovviamente, c'è ben altro e quando la ragazza riesce a fuggire si ritrova in un mondo totalmente diverso dal suo, conoscerà i suoi compagni di avventura, inizierà a comprendere davvero che quel mondo perfetto che credeva di abitare in realtà nasconde tantissime bugie ed è solamente una illusione. 
La protagonista, insieme agli altri, si ritroverà a combattere contro i Visio, creature che al solo ricordo mi fanno ribrezzo, e scoprirà cosa è il dolore, l'amore, l'amicizia.

«Ah, Reika, le convinzioni ci distruggono. Possiamo credere in qualcosa a tal punto da ritenerlo reale. Ma non è così.»
Ho trovato i personaggi ben caratterizzati, dialoghi ben costruiti e mai banali. Alessia Coppola ha un dono, quello della scrittura, e assieme alla sua fervida immaginazione e fantastica creatività costruisce storie che regalano al lettore emozioni e ore piacevoli di lettura. Alessia è un genio, c'è poco altro da dire, e se anche in alcuni tratti ho avuto dei deja-vu con la saga di Divergent, c'è da dire che man mano che le vicende venivano descritte questo deja-vu spariva: non ha niente a che vedere con la saga della Roth, a parte il genere.

Lo stile è fluido, scorrevole. Ho letto il romanzo in due giorni e non riuscivo a staccarmene. Arrivata alla fine sono rimasta colpita dal finale, dal quale si aprirà probabilmente il sequel che - onestamente parlando - spero esca presto! Molto brava nelle descrizioni, l'autrice è riuscita a farmi immergere nella storia, permettendomi di immaginare il mondo da lei descritto e i personaggi, apprezzando appieno il loro coraggio. 
In questo primo libro il tema dell'amore è solamente accennato, ma mi auguro venga approfondito di più nei prossimi romanzi. Di certo, però, gli altri temi - come il dolore, la forza, il coraggio, ecc - sono stati ben affrontati.

«Perchè non scegli tu. L'amore è un seme che germoglia anche sotto l'asfalto, senza luce, senza acqua. Sboccia. E vento e intemperie non lo placano, perchè ha radici ben più profonde di quelle dell'odio o della paura.»

Vision è un buon romanzo e non ne sono rimasta delusa, anzi! Inoltre trovo la copertina, con l'illustrazione di Paolo Barbieri (che adoro!), davvero adatta: rappresenta Reika proprio come me la immaginavo!


REVIEW PARTY
Leggi anche le recensioni degli altri blog partecipanti all'iniziativa!


10 commenti:

  1. Anche io devo ancora recuperare vari libri di Alessia ma pian piano ce la faremo! I deja-vù li avuti anche io a tratti ma alla fine penso che ogni genere abbia le sue similitudini ed i suoi clichè. La maestria dell'autore, cosa che lei ha, sta nel far passare oltre il lettore senza che si soffermi troppo nel fare paragoni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è normale trovare delle similitudini tra libri del medesimo genere e concordo con te che è importante la bravura dell'autore per far cadere in secondo piano queste somiglianze. :)

      Elimina
  2. :k la penso come te su molte cose, soprattutto sul dono di Alessia..

    RispondiElimina
  3. Io l'ho letto in una serata/nottata, non riuscivo proprio a staccarmene XD

    RispondiElimina
  4. Grazie per questa recensione, mia cara. Conquistare un lettore che ha amato altre opere non è sempre facile. Sono felice che ti sia piaciuto così. Ti mando un mega abbraccio. <3 <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per scrivere romanzi stupendi! <3

      Elimina