giovedì 11 ottobre 2018

Recensione | "Io e la mia matita" di Paola Lomuscio


Buondì lettori, il post di oggi è un po' particolare perchè nonostante sia una recensione c'è da dire che non riguarda un romanzo o una silloge, bensì una raccolta di disegni/illustrazioni di Paola Lomuscio. La Ruota edizioni pubblica questa raccolta nel 2017 e dopo più di un anno ve ne parlo qui sul blog. Grazie alla casa editrice per la copia!

Io e la mia matita | Paola Lomuscio
82 pag. | La Ruota edizioni
29 settembre 2017 | 10 € (cartaceo)

Protagonista principale di questo volume è la matita, nello specifico quella a marchio Staedtler con le sue famosissime righe gialle e nere. Questo articolo di cartoleria prende vita nelle illustrazioni di Paola Lomuscio diventando ogni volta un qualcosa di nuovo: il manico di una chitarra, il gambo di un fiore o addirittura una sigaretta stretta tra le labbra di Kurt Cobain.

L'autrice. Paola Lomuscio è nata a Bari e vive ad Andria. Ha frequentato l’Istituto d’Arte, ma, solo grazie all’impegno e allo studio da autodidatta, è riuscita a raggiungere diversi successi anche internazionali, a partire dal suo ritratto di Totò apparso come copertina su Zero Assoluto, un giornale dedicato alla vita notturna pugliese.
Il suo ritratto di David Bowie è stato esposto per due edizioni (2015/2016 e 2016/2017) nella mostra/omaggio “Bowie BlackStardust” presso la galleria SpazioCima di Roma; mentre una stampa fotografica del suo ritratto di Bruce Springsteen fa parte della collezione permanente “The friends of Bruce Springsteen Special Collection” presso la Monmouth University del New Jersey; una collezione unica al mondo dedicata al cantautore (collezione ufficializzata dal cantautore stesso lo scorso gennaio). La stessa immagine si trova anche nell’antologia (e sul retro copertina) dedicata al cantante dal titolo Noi & Bruce ideata e realizzata da Paolo Pagnini.
Il ritratto di Frank Sinatra, infine, è stato selezionato per una mostra collettiva sul cantante presso l’Ateneo Jaqués in Spagna.
La matita di Paola Lomuscio, protagonista di questo volume, l’accompagna fin dall’infanzia e lei la definisce la sua migliore amica.

BREVE RECENSIONE

C'è da dire che non è facile valutare o esprimere un'opinione su un libro di soli disegni e illustrazioni, perchè non si tratta di descrivere solo la storia di un libro, il plot, i personaggi e poi dire se ci è piaciuta o meno. Quando si valuta un libro di immagini, credo - ma magari mi sbaglio! - che ci sia quel briciolo di difficoltà in più, nonostante ci siano sempre di mezzo la soggettività ed il gusto personale.
Ovviamente Io e la mia matita è un libricino che si sfoglia in poco tempo, non richiede alcuno sforzo particolare, però c'è da dire che anche se racchiude illustrazioni è giusto dargli la sua importanza. Perchè Paola Lomuscio ci ha speso tempo, energie, creatività, passione per questi disegni e va riconosciuto tutto questo, assieme alla sua abilità. 
Filo conduttore dei disegni è la presenza della famosa matita Staedtler, che si ritrova - in un modo o in un altro - in ogni disegno e in ogni illustrazione. Geniale il modo in cui l'autrice ed illustratrice abbia inserito questo dettaglio nelle sue opere, dandogli un senso e, a volte, perchè no, rendendola la protagonista indiscussa. 
Il libricino è diviso per categoria e Paola Lomuscio ci fa immergere in disegni dove si capisce bene quanta abilità e creatività ci siano. Disegni a volte - apparentemente - semplici, come quelli dedicati ai cartoni animati (che ho adorato!) e a volte dal tocco più preciso, come i ritratti (da notare quello di David Bowie, ad esempio). Insomma... Paola Lomuscio dimostra senza alcun dubbio di essere un'illustratrice coi fiocchi, che personalmente ho conosciuto grazie a questa sua breve raccolta di opere edita da La Ruota edizioni.
Io e la mia matita sembra un libricino piccolo e molti potrebbero chiedersi perchè averlo tra le mani o nella propria libreria, ma personalmente ve lo consiglio... perchè la mano della Lomuscio va premiata, assieme alle sue abilità. E poi i disegni e le varie illustrazioni sono davvero belli, quindi direi che anche questo sia un valido motivo per avere il libro tra gli scaffali di casa.

0 commenti:

Posta un commento