martedì 11 settembre 2018

Recensione | "La teoria imperfetta dell'amore" di Julie Buxbaum [Review party]


Buongiorno lettori, come procedono le vostre letture? Tra qualche giorno ho la sessione d'esami universitari e sono un po' presa con la preparazione degli stessi, tuttavia non potevo non parlarvi del nuovo romanzo di Julie Buxbaum, La teoria imperfetta dell'amore, uscito il 4 settembre con De Agostini (che gentilmente mi ha fornito la copia digitale). Oggi, assieme ad altri dodici blog con la quale è in corso il review party, esce la mia recensione. Curiosi?

La teoria imperfetta dell'amore | Julie Buxbaum
380 pag. | De Agostini
04 settembre 2018 | Link d'acquisto
6.99 € (ebook) | 14.90 € (cartaceo)

E se amore e amicizia fossero due risultati diversi della stessa equazione? A volte basta cambiare prospettiva per dare senso al mondo. Da quando suo padre è morto in un incidente d’auto, Kit non è più la stessa. Non ha più voglia di ridere, scherzare o confidarsi con le amiche di sempre. L’unica cosa che desidera è chiudere fuori il mondo intero e voltare pagina. Per questo decide di lasciare il tavolo affollato a cui si siede ogni giorno in mensa e prendere posto a quello di David. David, che gira per i corridoi della scuola con le cuffie nelle orecchie e non parla con nessuno. David, che è un genio della fisica ma quando si agita trema come una foglia. I due non potrebbero essere più diversi, ma lentamente quei pranzi in solitudine diventano un appuntamento fisso, atteso, e tra sguardi e parole sussurrate, Kit e David imparano a essere amici. Forse qualcosa di più. Fino a quando David decide di aiutare Kit a ricostruire che cosa è successo il giorno in cui suo padre è morto. Perché David non sopporta le questioni irrisolte, non sopporta le equazioni lasciate a metà. E farebbe di tutto per ricomporre i pezzi del cuore infranto di Kit. Ma il sentimento che li lega sarà abbastanza forte per resistere alla verità? Dall’autrice bestseller di Dimmi tre segreti, un romanzo che esplora la complessità della vita e della morte con una penna leggera e commovente. 

L'autrice. Julie Buxbaum è un’autrice bestseller internazionale e i suoi lavori sono stati tradotti in venticinque lingue. Vive a Los Angeles con il marito e i loro due figli. Con DeA Planeta Libri ha pubblicato Dimmi Tre Segreti e La teoria imperfetta dell’amore. Potete trovare Julie online all’indirizzo juliebuxbaum.com e seguirla su Twitter @juliebux.

RECENSIONE

La teoria imperfetta dell'amore è un libro che si legge in pochi giorni, non solo per la sua lunghezza, ma anche per lo stile fluido e scorrevole e al storia narrata. Quando ho saputo che sarebbe uscito questo romanzo, nonostante non conoscessi l'autrice, mi sono subito innamorata della trama e non volevo perdere l'occasione di leggerlo. 
E anche se l'inizio scorre un po' lento, c'è da dire che la storia di Kit e David entra ben presto nel ritmo e induce a non fermarsi mai con la lettura perchè si brama di sapere cosa succederà dopo, come andranno gli eventi, come evolverà il loro rapporto nonostante tutti i vari alti e bassi.

Kit e David sono due ragazzi diversi tra loro, ma che alla fine si attraggono come due calamite. Dopo la morte del padre, Kit si chiude nel dolore e nel silenzio e abbandona la vita di prima per potersi godere il silenzio e la tranquillità che, solo al tavolo con David, sembra poter avere. David viene considerato da tutti un ragazzo strano, ha sempre le cuffie con sè e non parla mai con nessuno. O quasi. Quando Kit si avvicina al suo tavolo e questo diventa un'incontro fisso ogni giorno nell'ora di pranzo, tra di loro inizia ad esserci una certa amicizia, anche complicità. Ovviamente però gli alti e i bassi non mancano e i due si trovano a dover fronteggiare delle questioni personali che non possono essere lasciate irrisolte.

«Ti voglio bene, Little D. Così come sei. Quindi okay, puoi cambiare, ma non cambiare davvero, va bene?»
«Okay» concordo, anche se non ho idea di cosa voglia dire. «Ho paura, Miney.»
«Tutte le persone migliori ne hanno» risponde.

Il romanzo di Julie Buxbaum è proprio bello. Non posso definirlo in altro modo. Il fatto che la storia venga narrata dal doppio punto di vista, quindi quello di Kit e quello di David, permette al lettore di conoscere a fondo il loro punto di vista, la visione del mondo e delle situazioni, di conoscere meglio l'un l'altra grazie ad emozioni e descrizioni. Sono entrata subito nel #TeamDavid, perchè è impossibile non farne parte. E sono entrata subito in sintonia con i personaggi, capendo i loro modi di fare, le loro paure, il loro coraggio nell'affrontare la vita nonostante le avversità.
La teoria imperfetta dell'amore è un perfetto, invece, connubio tra complessità della vita e leggerezza adolescenziale, dove non mancano sentimenti ed emozioni veri. Ogni cosa descritta ha un suo perchè, ogni dettaglio, ogni tassello ha il suo posto. Ed è inutile negare che questo libro mi abbia proprio colpita, positivamente, e che nonostante lo abbia letto in digitale lo voglia anche nella mia libreria, in cartaceo. Perchè è uno di quei romanzi belli, a mio parere, nonostante lo stile fluido e leggero dell'autrice, dove i temi importanti non mancano e dove le emozioni si fanno sentire.

Ho concluso il libro in due giorni e devo ammettere che i personaggi mi mancano, perchè poi ci si affeziona e alle ultime parole dell'ultimo capitolo si sente già la loro mancanza. Ho apprezzato come l'autrice tocchi alcuni argomenti, tra cui quelli legati ai DSM, senza banalizzarli, e come abbia caratterizzato i personaggi. Perchè anche se David all'inizio sembra inquietante con alcuni suoi modi di fare, precisi, pignoli, sempre attenti e vigili, è impossibile non apprezzarlo. Come non è possibile non apprezzare Kit. E poi c'è da dire che l'evoluzione dei personaggi c'è stata, ben visibile, quindi senz'altro un punto a favore alla storia.

8 commenti:

  1. Concordo appieno sulla narrazione con il doppio punto di vista! :)

    RispondiElimina
  2. Bella recensione, Paola,
    come te ho sentito subito la mancanza dei personaggi perché li ho amati veramente tanto.

    Che dire, ti ringrazio per avermi dato la possibilità di partecipare a questo review party che hai organizzato impeccabilmente (come sempre) e spero davvero che questo romanzo venga letto da più persone possibili.

    Alla prossima!
    Un bacio

    Eleonora C
    Eleonora's Reading Room

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per aver preso parte all'iniziativa! <3 Alla prossima!

      Elimina
  3. Concordo, l'autrice è riuscita a mescolare molto bene profondità dei temi e leggerezza! Visto che non la conoscevi, ti consiglio anche "Dimmi tre segreti", io l'ho trovato carinissimo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Veronica, appena avrò l'occasione recupero "Dimmi tre segreti".

      Elimina
  4. Ti commento con il profilo del vecchio blog, anche se ormai mi sono trasferita da un pò. Anche io lo sto leggendo, e lo trovo un libro bellissimo. Particolare, e delicato. <3 Da comprare in cartaceo assolutamente, dato che, ormai ebook, a go go <3 <3

    RispondiElimina