mercoledì 29 agosto 2018

Recensione | "La libreria dei desideri" di Claire Ashby


Buon pomeriggio lettori e buon mercoledì, oggi voglio parlarvi di un romanzo che ho letto e che ho apprezzato. L'ho acquistato grazie ad un buono che avevo a disposizione e l'ho letto in pochissimo tempo. Il libro in questione è La libreria dei desideri di Claire Ashby, edito dalla Newton Compton editori.

La libreria dei desideri | Claire Ashby
277 pag. | Newton Compton editori
4,90 € (cartaceo) | 02 gennaio 2017

Meg Michaels, giovane proprietaria di una libreria, si sta leccando ancora le ferite per aver chiuso, una dopo l’altra, due storie con due uomini sbagliati. Durante una festa a casa di amici conosce Theo Taylor, un medico dell’esercito in congedo, che per puro caso scopre il suo segreto: Meg è incinta. Theo è stato ferito in guerra e sembra un tipo scontroso e orgoglioso, ma nasconde in realtà un lato dolce, discreto e premuroso. Tra i due, giorno dopo giorno, nasce un legame strano, fatto di dettagli e confessioni, di comprensione… e di una straordinaria attrazione fisica che coglie entrambi di sorpresa. Tra uno scaffale da riordinare, una pila di bestseller da spolverare e una vita che nasce, Meg sarà capace di darsi di nuovo la possibilità di essere felice?


RECENSIONE

"La libreria dei desideri" è un romanzo davvero ben scritto, fluido e accattivante. Nonostante la storia si possa abbastanza prevedere in alcuni tratti, devo comunque dire che la storia è piacevole, interessante e in certi casi addirittura ti lascia con il fiato sospeso per sapere cosa accade dopo. Ho letto il libro, nonostante fosse scorrevole, in circa dieci giorni poichè gli impegni universitari mi hanno intrattenuta molto.
La protagonista, Meg, è incinta, ma di chi? Fino a metà libro, più o meno, non ci è dato saperlo, però il lettore riesce comunque ad essere affascinato dalla sua storia (piena di segreti e verità nascoste) perchè con lei c'è Theo, un ragazzo (cognato di Ellie, la migliore amica di Meg) che dopo essere stato ferito in guerra, trascorrerà momenti davvero intimi e piacevoli con Meg. Tra i due sembra nascere qualcosa di davvero bello, un amore che entrambi meritano (Meg, infatti, ha alle spalle due storie finite male), ma purtroppo i due sono afflitti da problemi personali che vanno risolti: Meg continua a farsi mille pippe per il fatto di essere incinta, Theo, invece, deve superare ancora il fatto di aver perso una gamba. 
Quindi, tra un libro e un altro, tra eventi che si susseguono e che tengono comunque il lettore incollato alle pagine, tra segreti, paure ed incertezze, la vita di Meg sembra pian piano avere una piega diversa rispetto all'inizio. Fino a quando Theo, che aveva iniziato a vivere nell'appartamento di lei per allontanarsi dalle troppe e morbose attenzioni familiari, decide di andare via per un po'. Perchè l'amore è anche sacrificio e lui lo sa bene.

«Meg, devo andare. Punto e basta.
Se resto, i miei demoni ti trascineranno a fondo assieme a me.»

La storia è a tratti prevedibile, come dicevo prima, e a volte anche poco credibile, ma è comunque un libro tenero, che merita di essere letto. Le tematiche trattate sono comunque difficili e, a mio parere, sono state affrontate dall'autrice senza banalizzarle.
Un buon libro, quindi. Con qualche pecca, ma tutto sommato che consiglio.

0 commenti:

Posta un commento